Pratiche commerciali scorrette e psicologia del consumatore


CatturaIn materia di tutela del consumatore il diritto richiede di distinguere tra decisioni “ragionevolmente” libere e consapevoli e decisioni che sono frutto di errore o di manipolazione. Che il fine sia tutelare la concorrenza o più esplicitamente proteggere il contraente debole, la progettazione e l’applicazione delle leggi non può prescindere da modelli realistici dei processi cognitivi e decisionali e quindi dal dialogo con la psicologia della decisione. Intervengono sul tema Raffaele Caterina, Paolo Cassinis, Nicolao Bonini, Elisa Brodi, Michele Graziadei, Paolisa Nebbia, Marco Novarese, Nadia Olivero, Cristina Poncibò.

Allegati

Pratiche commerciali scorrette e psicologia del consumatore
Eventi, Eventi - 2011